Periodico delle Tecnologie dell'Informazione e della
Comunicazione per l'Istruzione e la Formazione
A+ A A-

Warning: getimagesize(/web/htdocs/www.ictedmagazine.com/home/data:image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAAgwAAAExCAYAAAAQivrhAAAgAElEQVR4Aex9B3RV1bqu743x7r3nnqPSAqk7vVPS627pHQhFURAEREUp9oLYzlGPxwqISO+9hnTSd0my03vv9KoinZTvjX+uvXZ2QlCkCbrC+JlrrdnnnnPNb/1tPvLmOx9CoIdrDN569yO8/d7HeP2txVj0/if48NOv8f4nX+GDT79m9OFn30AgYQyEOSDMAWEOCHPgbs6BRwYPM4FAD9cYDBpqjMHDiExgaeuMUe7+cHLzg7ObH0a6E/kLJIyBMAeEOSDMAWEO3NU58Ii5lSMEerjGQGRpD1MLO5iIbOE02gNekhB4ioPhJQ6Fl0QgYQyEOSDMAWEOCHPg7s+BR8ysHCDQwzMGplYODCyIbJzY7+Y42l0LGEIYWPCWhkIgYQyEOSDMAWEOCHPgbs8BATA8hIBJZO2oA3n2o9zh7hfIcRikBBpC4C0VSBgDYQ4Ic0CYA8IcuLtz4BEzC3sI9BCNgaU9EyGJLB1gZukAh5G9gIEWBwEGL0mwQMIYCHNAmAPCHBDmwF2dAwJgeAgBE+mc6AMGDy2HQQAMAlASwKIwB4Q5IMyBezUHHqGv1DsmK2KRD0CWjjC7FaK8+ulupSw+DbWfFyv074vuuV7b+Hr618k/Hyjk6+of9k/LytSOJ59W1yZtH/nnfNi/jJvd66X/LcAgsOHuLhtOGE9hPIU58CefAyTKlQQzGmiz5eP0w/7p9OPoun883d9OmoHK6l/O7abh29i3vJv/1ncMGEytnGBi5XxTElk4ow9ZOkPEk4UzTC1vnvfXyuXjzGyofgeY2TjChKwHrLlruicytXa8aduoDDNqC7WRbxN/r203xfN13UpoZOEEE0tnGFs6wdR6JEytR7Hrm+U1teo3Pvx48e2wdAal0c9P91Q+ke1ID7j5Bs in /web/htdocs/www.ictedmagazine.com/home/plugins/content/social2s/social2s.php on line 1647

IMPRENDITORIALITÀ DIGITALE: IL CAVALLO DI BATTAGLIA DELL’IIS “COSTANZO” DI DECOLLATURA

IMPRENDITORIALITÀ DIGITALE: IL CAVALLO DI BATTAGLIA DELL’IIS “COSTANZO” DI DECOLLATURA

 Di  Viola Pasquale

Abstract

Nell’ottica dell’imprenditorialità digitale sono oramai divenute indispensabili le competenze relative all’utilizzo dell’informatica e della rete, intrecciate con la creatività e lo spirito di iniziativa.

 

Secondo gli esperti l'età migliore per arrivare all'apice della carriera come imprenditori è quella tra i 25 e i 27 anni, quando la creatività è al massimo livello e si è pronti per avviare nuove start up, soprattutto in settori come il web ed il digitale, pertanto puntare sullo sviluppo della creatività sin da piccoli potrebbe risultare una carta vincente per il futuro dei nostri ragazzi.

Nell’ottica dell’imprenditorialità digitale sono oramai divenute indispensabili le competenze relative all’utilizzo dell’informatica e della rete, intrecciate con la creatività e lo spirito di iniziativa.

L’IIS “LUIGI COSTANZO” di DECOLLATURA (CZ) è consapevole di questo aspetto e oramai da 4 anni investe in strumenti e formazione sulle nuove tecnologie ICT e su nuove metodologie didattiche come la flipped classroom.

Coding, Stampanti 3D, Robotica educativa, Droni sono strumenti che si propongono nei percorsi didattici per lo sviluppo della creatività nelle fasce di età dell’utenza scolastica dell’Istituto.

Sono inoltre affrontate tematiche trasversali legate allo sviluppo delle abilità personali nella creazione del proprio percorso di crescita, quali: la socializzazione, l’analisi delle risorse, l’autoimprenditorialità, la mappatura del territorio di riferimento, il contatto con il mercato del lavoro e lo sviluppo di abilità personali e di gruppo.

Un grande lavoro di affiancamento nei percorsi didattici nelle attività di alternanza scuola lavoro e nei vari progetti PON è affidato ai partner, i quali usano le loro competenze per favorire lo sviluppo di abilità ritenute importanti per un imprenditore (e per l’autoimprenditorialità nell’inserimento professionale): comunicazione interpersonale, negoziazione, creatività, leadership, lavoro di gruppo, visione etica e responsabile dell’impresa.

I risultati di tutto ciò sono sotto gli occhi di tutti; negli ultimi 2 anni l’Istituto ha ottenuto diversi riconoscimenti e risultati che sono stati oggetto di apprezzamento e hanno avuto risalto sulle pagine dei quotidiani locali e regionali.

Tra questi ricordiamo:

  • Il primo premio del Concorso Regionale indetto da AICA e USR CALABRIA, sezione “Imprenditoria Digitale”, vinto per due anni consecutivi dalla IV E nel 2016/2017 e dalla I E nel 2017/2018 con i progetti “Reventino@Sicuro” e “Trivial for School”;
  • Il progetto di alternanza scuola lavoro denominato “T-Health – T-shirt intelligente per il monitoraggio continuo di parametri vitali”, avviato nell’a.s. 2016/2017, che si è proposto di realizzare un prototipo di una maglietta in tessuto tecnico che incorpora una rete di sensori per il monitoraggio di parametri fisiologici.

Alla base del progetto “Reventino@Sicuro”, realizzato nell’ambito delle attività di alternanza scuola lavoro nell’a.s. 2016/2017, vi era l’idea di realizzare qualche cosa che potesse essere utile per la valorizzazione e tutela del territorio del Reventino; si è così pensato di implementare un sistema di crowdsourcing attraverso il quale gli stessi cittadini potessero segnalare eventi critici verificatisi sul territorio, in modo da dare la possibilità all’Ente/Soggetto preposto al monitoraggio di tali segnalazioni (Comune, Vigili Urbani, Polizia, Carabinieri, …) di poter intervenire per porre rimedio o comunque limitare la criticità segnalata.

Per fare questo il gruppo classe è stato organizzato come un vero e proprio gruppo di lavoro dotato di un organigramma in cui ruoli e responsabilità fossero chiari e non ambigui.

È stato individuato un Project Manager e alcuni Analisti, ciascuno dei quali aveva in carico un sottogruppo di programmatori.

La fase iniziale di brainstorming ha consentito di delineare un cronoprogramma di massima non molto diverso da quello già previsto nell’Unitò di Apprendimento.

In definitiva le prime attività sono consistite nello scouting su web per individuare la migliore piattaforma open source che potesse coprire i requisiti funzionali che già erano stati per grosse linee delineati nell’UdA.

Individuata la piattaforma in ushahidi (www.ushahidi.org) si è proceduto ad effettuare le attività di installazione in cloud sul dominio http://www.reventinosicuro.it/ (attualmente il sito è in manutenzione) e di personalizzazione a configurazione sulla base degli incontri con i tre Comuni di Soveria Mannelli, Decollatura e Carlopoli ai quali è stata presentata e proposta la soluzione sul territorio di competenza. Il risultato è stato la firma di una convenzione con i primi due comuni e l’interessamento anche del terzo per la firma di un protocollo di intesa.

Schermata di una segnalazione fatta con “Reventino@Sicuro”

Contemporaneamente, esce il Bando di Concorso USR CALABRIA-AICA per le scuole, e si decide insieme agli studenti di proporre la soluzione approntata come progetto da presentare nella sezione “Imprenditoria Digitale” prevista nel Bando. Partecipare al Bando voleva dire dover produrre un filmato di massimo 5 minuti che presentasse il prodotto. Tutto ciò era compatibile con le attività di Marketing in corso, per cui si poteva unire, come si suol dire, l’“utile al dilettevole”. 

Iniziano pertanto tra Febbraio e Aprile alcune escursioni sul territorio che hanno consentito di riprendere con il Drone di cui la scuola è dotata, alcuni scorci suggestivi di paesaggio del Reventino.

L’idea era quella di presentare inizialmente il territorio da valorizzare e tutelare, successivamente due casi di d’uso della piattaforma sul territorio in questione, ed infine le fasi di realizzazione fatte in laboratorio.

Il progetto è stato un successo, tanto è vero che il giorno 27 Aprile 2017 veniva premiato da USR CALABRIA e AICA presso l’Auditorium “Casalinovo” di Catanzaro, come il miglior progetto della sezione “Imprenditoria Digitale”.

Al seguente link è possibile accedere al video risultato vincitore del concorso: https://youtu.be/KSJ4yMycKyg.

Articolo dedicato al progetto “Reventino@Sicuro” dal “Lametino”

L’idea alla base del progetto “Trivial for School” è stata la realizzazione di una variante del gioco TRIVIAL PURSUIT.

Il gioco consiste in un tabellone fisico stampato su cartoncino plastificato, con pedine e segnapunti realizzati in grafica 3D e stampati fisicamente nel fablab della scuola, ed una APP android scaricabile da playstore che consente:

  • di generare le domande e visualizzare le risposte esatte,
  • simulare il lancio di un dado con il solo scuotimento del dispositivo mobile.

 

prototipo del tabellone

L’idea imprenditoriale, e quindi il modello di business, consistono nel mettere in vendita APP e file di stampa (sia del tabellone che delle pedine e dei segnaposti) attraverso:

  • Il play store,
  • Un sito web appositamente realizzato,

ad un costo irrisorio, che potrà variare ad esempio dai 0,99 € ai 2,99 €.

L’obiettivo iniziale è quello di diffondere il gioco tra i plessi dell’IIS COSTANZO organizzando periodicamente gare all’interno dello stesso plesso e tra plessi, mentre a medio lungo termine si vuol rendere il gioco uno strumento per organizzare delle vere e proprie competizioni tra Istituti della stessa Provincia / Regione.

                        

Alcune schermate dell’APP

Attualmente il primo prototipo del gioco si svolge su un insieme di domande inerenti 6 discipline previste nel primo anno di un Istituto Tecnico Informatico ma l’evoluzione futura, a breve/medio termine, dell’idea imprenditoriale e quindi anche della successiva versione, dovrà consentire di scegliere tipologia di istituto (Liceo, Tecnico, Professionale), Indirizzo, e Classe, per individuare automaticamente le discipline su cui verterà la partita. Occorrerà in tal senso semplicemente arricchire l’APP con un paniere di domande multidisciplinari e con la possibilità di scegliere istituto e anno, mentre tabellone e pedine non necessiteranno di ulteriori modifiche.

Il sito web, che in realtà è una vera e propria Landing Page, serve a promuovere il gioco e da esso è possibile scaricare gratuitamente la prima versione prototipale dell’APP e dei file di stampa. Il sito è attualmente disponibile al seguente indirizzo: http://www.trivialforschool.it/.

Il progetto è stato presentato al Concorso AICA USR CALABRIA, edizione 2017/2018, ed è risultato vincitore nella sezione “Imprenditoria Digitale”.

Anche in questo caso è stato realizzato un video che è possibile vedere al seguente link: https://youtu.be/dss0SDk8Jfk.